Buon Anno nuovo a chi è passato di qua

…E a chi ci passerà nel 2015!
Quante volte mi sono chiesta se faccio bene a scrivere questo blog. Ma poi penso sempre che condividere tramite la scrittura le proprie esperienze, anche quelle difficili, ha un potere catartico. E poi ho conosciuto, tramite il blog, persone che sanno dire una parola di conforto al di là della fretta, della consuetudine e del dare dare consigli di tuttologia ad ogni costo!

E quindi: ci si incontra nel prossimo anno!

Buon 2015

Dal rapporto wordpress:

La sala concerti del teatro dell’opera di Sydney contiene 2.700 spettatori. Questo blog è stato visitato circa 8.400 volte in 2014. Se fosse un concerto al teatro dell’opera di Sydney, servirebbero circa 3 spettacoli con tutto esaurito per permettere a così tante persone di vederlo.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.

Annunci

Ci siamo fatti quattro palle

In queste feste di febbre, tosse e mal di pancia come si può far passare il tempo infinito a due bambini ancora piccoli (soprattutto se, come da noi, non si utilizza il tablet o la Tv per i tempi morti e neanche per quelli vivi)?

Per il giorno dei diritti dei bambini, la maestra del Tigre ha organizzato un laboratorio avvalendosi di collaboratori esterni che hanno intrattenuto i bambini con burattini, pitture, teatrini e giochi. La Pulcetta, invitata come ospite esterna, ha partecipato ad uno dei laboratori di creatività durante il quale un ragazzo, con poca pazienza e molta manualità, ci ha insegnato a fare una tartaruga partendo da un quotidiano e dello scotch carta.

Una volta a casa abbiamo creato anche noi diverse tartarughe.

Ma ci avevano detto in quell’occasione che, con la stessa tecnica, si potevano fare delle palle di Natale.

Ovviamente al momento opportuno l’informazione è tornata a galla.

Ed eccoci qui con quello che serve:

image

 

– Carta di un quotidiano

– scotch carta

– forbici

– colla

– filo (noi abbiamo utilizzato del filo di lana, sempre quello)

– colori a tempera

– pennelli

La realizzazione è davvero molto semplice: si appallottola un foglio di giornale, si avvolge questa prima palla con un altro foglio, si manipola un po’ per darle una bella forma rotonda (noi lo abbiamo fatto poco!) e poi si procede ad avvolgere lo scotch carta tutto intorno alla palla. Nel frattempo si lega il filo con lo scotch carta. E quando la palla è pronta la si può dipingere.

image image image

E poi, appenderla sui rami dell’abete:

image

 

Craft with kids

image
Guardate i colori di questo gomitolo di lana: non ha tutte le sfumature dell’autunno?
Ricorda il sentiero di un bosco. O le foglie della vite rampicante che si tingono delle pennellate più capricciose.
Cosa avrei potuto realizzarci? In realtà l’ho acquistato al mercato per fare dei pon pon con i bambini. E uno lo abbiamo fatto pure: gli abbiamo applicato due occhietti ed è diventato un simpatico ragnetto.
E poi che altro fare?
Ok, basta sognare! Cosa ci si può fare con due bambini di quattro e tre anni per casa? Ma una bella ragnatela , o i confini di una casa immaginaria dove poter fare tana se la mamma ti insegue!
image

image